fbpx

Cyber Risk, boom di attacchi informatici: sempre più aziende investono in sicurezza

Sotto la pressione del Coronavirus la Cyber Security è divenuta una delle maggiori priorità per le aziende. Gli investimenti in questa direzione divengono sempre più urgenti e sono destinati a esplodere nel prossimo futuro.

L’impatto della pandemia è stato devastante in ogni ambito, ma il Covid-19 ha colpito maggiormente quei settori e quelle attività più indietro nella digitalizzazione. Lo smart working, i servizi di teleconferenza e i luoghi di lavoro virtuali ai quali il Coronavirus ci ha costretto, ha posto il problema non solo di operare in direzione di una rapida digitalizzazione, ma anche di costruire un’ infrastruttura digitale funzionale, resistente e impenetrabile.

Il Covid-19 ha creato nuovi rischi e vulnerabilità nelle infrastrutture tecnologiche, mettendole sotto stress, non solo per l’uso eccessivo e il carico di dati, ma anche per i cyber attacchi e costringendo le società a passare di colpo a un modus operandi tutto digitale.

Tutelarsi dagli attacchi hacker

Il momento attuale ha minato non solo la sicurezza sanitaria, ma anche quella informatica. Secondo i dati Cps, l’84% degli attacchi hanno riguardato attività di phishing. I cyber criminali, cavalcando l’onda della paura e dell’incertezza dovute alla situazione attuale, stanno operando con sempre maggiore intensità, mettendo a serio rischio le imprese.

I nuovi modelli di lavoro e l’aumento sempre maggiore dei rischi legati alla sicurezza informatica impongono ad aziende e privati la necessità di tutelarsi in ogni modo dai cyber attacchi.

E’ stato stimato che ben il 68% dei leader aziendali ritiene che i rischi legati alla cyber security siano in aumento. Inoltre, secondo le previsioni di Cybersecurity Ventures, i danni relativi alla criminalità informatica potrebbero arrivare a costare fino a 6.000 miliardi di dollari l’anno entro la fine del 2021.

Oggi la spesa delle aziende per la sicurezza informatica si aggira intorno ai 184 miliardi di dollari, e si prevede che crescerà fino a circa 250 miliardi di dollari entro il 2023.

Individui, aziende e governi hanno compreso che non possono più sottovalutare i crimini informatici. Ognuno di loro deve cercare di proteggere in modo proattivo i propri beni e le proprie infrastrutture, gran parte delle quali sono ora virtuali, digitali e remoti. Si prevede che il settore della sicurezza informatica crescerà rapidamente.

Avere adeguati protocolli di cyber security può essere determinante per il destino di un’azienda. Trovarsi impreparati di fronte al rischio di un attacco informatico può divenire persino letale per le imprese.

Fortunatamente la pandemia è stata in grado di risvegliare le coscienze. Il contesto in cui ci ha spinti il Coronavirus ha permesso di prendere consapevolezza di quanto la sicurezza digitale e informatica giochi un ruolo di primaria importanza per un’azienda.

La polizza Cyber Risk

Il Cyber Risk riguarda tutte le aziende e può avere impatti devastanti sul business. Proteggere la propria azienda da questa tipologia di pericolo è fondamentale. Ma in che modo?

Il mercato assicurativo mette a disposizione soluzioni ad hoc per tutelarsi dai danni provocati dal cyber crime. L’affiancamento di un broker assicurativo esperto è, mai come oggi, una necessità imprescindibile per le aziende che intendano tutelarsi contro i rischi informatici.

La Polizza Cyber Risk protegge le organizzazioni e le Imprese di qualunque dimensione da disastri. Quali? Perdita, indisponibilità e corruzione dei dati, violazione degli obblighi di riservatezza, ransomware ed eventi derivanti dai media online. Ciò vale sia in termini di responsabilità civile, sia per le perdite causate da atti dolosi e/o negligenza. L’assicurazione comprende una vasta gamma di soluzioni per la valutazione del cyber risk, la gestione della crisi successiva all’ evento e il trasferimento del rischio che oggi le aziende sono chiamate a fronteggiare.

Le principali coperture previste dalla polizza Cyber Risk sono:
Violazione degli obblighi di riservatezza: mancata protezione dei record e dei dati in formato cartaceo e/o digitale;
Sicurezza della rete: trasmissione di un attacco informatico;
Contenuti multimediali: violazione di una proprietà intellettuale a causa di errata gestione dei dati o di negligenza nell’uso dei media;
Accesso negato: limitazione della possibilità per i clienti di accedere ai sistemi informatici dell’assicurato, ad esempio siti web, a causa di un attacco al sistema;
Reputazione: diffamazione o violazione della privacy tramite un’attività informatica.

Seguici su Facebook.

Richiedi un preventivo

Scegli il tipo di assicurazione da stipulare:

Dettagli del richiedente:



Acconsento a ricevere comunicazioni tecniche e promozionali secondo la normativa GDPR (UE 2016/679).

test