fbpx

Il mondo assicurativo post Covid-19: cosa è cambiato?

L’emergenza sanitaria ha cambiato profondamente il mondo assicurativo in Italia, avvicinandolo alla generazione dei Millennials.

Lo scoppio della pandemia mondiale causata dal SARS-CoV-2 ha stravolto interi settori di mercato. In primo luogo ha costretto alcune aziende a reinventarsi e adattarsi alla nuova realtà. In altri casi il risultato è stato molto più drammatico e ha portato alla chiusura definitiva di migliaia di attività.

Anche le compagnie assicuratrici hanno risentito degli effetti del Covid. In che modo?

Innanzitutto, come emerso dalla relazione IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni), i mesi della quarantena hanno portato al blocco della distribuzione dei dividendi, per un totale che ammonta a 4,4 miliardi di euro.

Ma uno degli effetti più potenti prodotti dalla pandemia è stato quello di avvicinare i più giovani – Millennium e Generazione Z – al mondo assicurativo, portandoli ad approcciare in maniera del tutto differente rispetto al passato ai prodotti a esso relativi.

Cosa è cambiato? Se prima della pandemia le uniche assicurazioni concepite dagli under 30 potevano essere quelle relative all’RC auto, ora iniziano a costituire un vero e proprio trend del momento le assicurazioni vita, pensioni integrative e altro.

 

Il Covid e gli effetti sulle compagnie assicurative italiane

La relazione sull’attività svolta dall’Istituto nell’anno 2019 e presentata dall’IVASS a giogno 2020 ha messo in luce gli effetti del Covid, che ha inciso particolarmente su:

  • Solvibilità delle compagnie: stime dell’IVASS basate sui valori del bilancio prudenziale a fine 2019 indicano una riduzione media del valore delle attività delle compagnie italiane pari al 7%“;
  • Liquidità delle compagnie: le difficoltà economiche incontrate da molte famiglie durante e dopo il periodo di lockdown inciderà sulla liquidità e la redditività delle imprese del settore;
  • Numero di sinistri stradali, in riduzione rispetto al periodo precedente al lockdown.

 

Covid-19 e assicurazioni: cosa è cambiato?

A subire modificazioni a causa della pandemia non sono state, però, solamente le dinamiche interne alle compagnie assicurative.

L’emergenza sanitaria ha influito pesantemente anche sul rapporto tra i giovani e le compagnie e sulla percezione che i primi hanno rispetto ai prodotti assicurativi.

Dalla ricerca dell’Italian Insurtech Association (IIA) sulla relazione tra Millenials e assicurazioni nel post-Covid emerge chiaro un netto cambio di prospettiva.

Fino allo scorso marzo soltanto il 23% degli over 23 aveva acquistato una polizza non RC Auto.

Lo scoppio della pandemia ha fatto crescere esponenzialmente la percentuale di quelli oggi interessati a prodotti assicurativi non legati al mondo automotive.

A oggi, circa il 53% degli intervistati è oggi interessato a polizze sulla salute o sulla vita.

Una grande opportunità per tutte le compagnie assicuratrici, che dovranno comprendere e soddisfare le esigenze e le richieste dei più giovani. In che modo? Proponendo loro polizze che siano chiare da comprendere e che garantiscano un processo di acquisto quanto più semplice e immediato possibile.

 

Segui Bianchi Assicurazioni su Facebook.

Richiedi un preventivo

Scegli il tipo di assicurazione da stipulare:

Dettagli del richiedente:



Acconsento a ricevere comunicazioni tecniche e promozionali secondo la normativa GDPR (UE 2016/679).

test